L'articolo 5 del decreto legge 28/03/2014 n. 47, convertito nella legge 23/05/2014 n. 80, prevede che:

"chiunque occupa abusivamente un immobile senza titolo non può chiedere la residenza né l'allacciamento a pubblici servizi in relazione all'immobile medesimo e gli atti emessi in violazione di tale divieto sono nulli a tutti gli effetti di legge".

Alla luce di quanto sopra, in fase di richiesta di iscrizione nell'Anagrafe della Popolazione Residente o di cambio di abitazione nell'ambito dello stesso Comune, deve essere altresì dimostrato il Titolo (proprietà, affitto, usufrutto, comodato) di occupazione dell'alloggio; in caso di dichiarazione mendace l'iscrizione anagrafica sarà nulla, per espressa previsione di legge, con decorrenza dalla data della dichiarazione stessa.


A tal fine il modello di iscrizione anagrafica (allegato 1) viene opportunamente integrato con una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà in relazione al titolo di possesso; tale dichiarazione è alternativa alla produzione di documenti.

Nuovo modello dichiarazione di residenza (allegato 1)

Circolare del Ministero dell'Interno - Direzione Centrale per i Servizi Demografici - n. 14 del 06/08/2014