Seguici:

Referendum abrogativi del 12 giugno 2022

Con Decreti del Presidente della Repubblica del 6/04/2022, pubblicati nella Gazzetta Ufficiale n. 82 del 7/04/2022, è stata fissata nella sola giornata di DOMENICA 12 GIUGNO 2022 la data dei referendum abrogativi c.d. “sulla giustizia”.

La consultazione si svolgerà nella giornata di domenica dalle ore 7:00 alle ore 23:00, con scrutinio a seguire.
Ogni elettore, munito di un documento di riconoscimento e della propria tessera elettorale (rilasciata dal Comune di Pietraroja), potrà recarsi al proprio seggio sito alla Via Edificio Scolastico n. 4 per votare.
Si ricorda che l’ufficio elettorale sarà aperto per il ritiro della tessera elettorale o per il rilascio del relativo duplicato (in caso di smarrimento, furto o esaurimento degli spazi), esclusivamente nei due giorni antecedenti le consultazioni e nel giorno medesimo di voto; a tal proposito, per evitare code, si invita a verificare per tempo il possesso della propria tessera elettorale (rilasciata dal Comune di Pietraroja) e la presenza, sulla medesima, di almeno uno spazio disponibile per il voto.

Di seguito i temi toccati dai quesiti referendari:

  1. Abrogazione del Testo unico delle disposizioni in materia di incandidabilità e di divieto di ricoprire cariche elettive e di Governo conseguenti a sentenze definitive di condanna per delitti non colposi;
  2. Limitazione delle misure cautelari: abrogazione dell’ultimo inciso dell’art. 274, comma l, lettera c), codice di procedura penale, in materia di misure cautelari e, segnatamente, di esigenze cautelari, nel processo penale;
  3. Separazione delle funzioni dei magistrati. Abrogazione delle norme in materia di ordinamento giudiziario che consentono il passaggio dalle funzioni giudicanti a quelle requirenti e viceversa nella carriera dei magistrati;
  4. Partecipazione dei membri laici a tutte le deliberazioni del Consiglio direttivo della Corte di cassazione e dei consigli giudiziari. Abrogazione di norme in materia di composizione del Consiglio direttivo della Corte di cassazione e dei consigli giudiziari e delle competenze dei membri laici che ne fanno parte;
  5. Abrogazione di norme in materia di elezioni dei componenti togati del Consiglio superiore della magistratura.
Torna all'inizio dei contenuti