Seguici:

Messa in sicurezza e riqualificazione ambientale discarica dismessa in località Salde-Cavere

lavori pubblici

Il Comune di Pietraroja DETERMINA:

  • Di indire una gara d’appalto per i lavori relativi a “Messa in sicurezza e riqualificazione ambientale della discarica dismessa RR.SS.UU. sita in località Salde-Cavere”, da aggiudicarsi mediante procedura aperta (art. 60 del D.Lgs. n. 50/2016) con il criterio Qualità/prezzo (es. art. 95 c.2 D.lgs. 50/2016) secondo quanto indicato negli Atti di Gara;
  • Di nominare quale Responsabile Unico del Procedimento l’ing. Roberta Cotogno;
  • Di stabilire che si procederà all’aggiudicazione anche in caso di un’unica offerta valida e che l’amministrazione si riserva in ogni caso di non procedere all’aggiudicazione se nessuna offerta risultasse conveniente o idonea in relazione all’oggetto dell’appalto;
  • Di dare seguito agli adempimenti previsti dalla vigente normativa per la conclusione del contratto;
  • Di approvare il Bando di gara ed il Disciplinare di gara con i relativi allegati al presente atto per farne parte integrante e sostanziale;
  • Di dare pubblicità al bando di gara, in attesa di emanazione del decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, d’intesa con l’ANAC, da adottarsi entro sei mesi dalla data di entrata in vigore del codice 50/2016, al fine di garantire la certezza della data di pubblicazione e di adeguati livelli di trasparenza e di conoscibilità, attraverso la pubblicazione sulla G.U.R.I., all’albo pretorio online del Comune, sul profilo della Stazione appaltante, pubblicati sul sito del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti e sulla piattaforma digitale istituita presso l’ANAC, anche tramite i sistemi informatizzati regionali, sul portale ASMECOMM e su 2 quotidiani;
  • Di provvedere, ai sensi dell’art. 29 del d.lgs. 50/2015, che tutti gli atti relativi alla procedura in oggetto saranno pubblicati e aggiornati sul profilo del committente, nella sezione “Amministrazione trasparente”, con l’applicazione delle disposizioni di cui al decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33;
  • Di provvedere alla pubblicazione sul profilo del Committente e su quello della Centrale di Committenza dei provvedimenti che determinano le ammissioni e le esclusioni dei concorrenti dalla procedura di affidamento entro due giorni dalla data di adozione dei relativi atti, al fine di consentire l’eventuale proposizione del ricorso ai sensi dell’articolo 120, comma 2-bis del codice del processo amministrativo e del comma 1 del ciato art. 29 del d.lgs. 50/2015;
  • Di pubblicare, nella stessa sezione, la composizione della commissione giudicatrice.
  • Di obbligarsi, prima della stipulazione del contratto, a verificare che l’aggiudicatario abbia provveduto al pagamento del corrispettivo del servizio per le attività di gara fornite a favore di ASMEL consortile S.c. a r.l. nonché le spese di pubblicità legale anticipate;
  • Di obbligarsi, nel caso l’aggiudicatario non abbia provveduto al pagamento del corrispettivo e delle spese di pubblicità legale in favore di Asmel consortile, a trattene le relative somme dalle spettanze dell’aggiudicatario, decurtando detto importo dal primo acconto dovuto all’aggiudicatario e provvedere alla liquidazione delle stesse in favore di Asmel consortile;
  • Di impegnarsi a trasmettere tempestivamente alla ASMEL consortile S.c.a r.l. la proposta di aggiudicazione e la successiva determina di aggiudicazione e tutti gli atti afferenti la conclusione della procedura di gara;
  • Di provvedere agli adempimenti previsti dall’art. 31 del Decreto Legislativo n. 50/2016 per quanto di rispettiva competenza;
  • Di trasmettere il presente provvedimento alla ASMEL Consortile S.c. a r.l. per il seguito di competenza;
  • Di dare mandato al Responsabile Unico del Procedimento, ing. Roberta Cotugno, di provvedere a tutti gli atti consequenziali.
Torna all'inizio dei contenuti